2013

RIVALUTAZIONE IMMOBILI – EFFETTI FISCALI

Con la risoluzione n. 101/E del 20 dicembre 2013, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla disciplina delle società non operative e al valore fiscale degli immobili rivalutati  ai sensi dell’art. 15 del D.L. n. 185 del 2008 ai fini del computo della media nel triennio.

L’agenzia delle Entrate ha precisato che in relazione all’applicazione della disciplina sulle società non operative per il 2013, dovranno essere presi in considerazione il maggior valore divenuto rilevante a seguito della rivalutazione degli immobili per lo stesso 2013 (essendo il valore rivalutato il valore fiscalmente rilevante per quell’esercizio) e il valore non rivalutato dei medesimi immobili per 2012 e il 2011.

Analogamente per il 2014, dovranno essere presi in considerazione il valore rivalutato degli immobili per il 2014 e il 2013, essendo, per quei periodi, il valore rivalutato quello fiscalmente rilevante, e il valore non rivalutato degli stessi immobili per il 2012.

Infine per quanto riguarda l’applicazione dell’aliquota del 4%, questa va riferita unicamente agli immobili a destinazione abitativa acquistati e rivalutati nell’esercizio e nei due precedenti.

 

 

 

CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI

Con la circolare n. 36/E del 19 dicembre 2013 l’Agenzia delle Entrate si è pronunciata in merito alla corretta qualificazione catastale e al corretto trattamento fiscale degli impianti fotovoltaici. Nello specifico l’Agenzia offre dei chiarimenti su quando queste installazioni sono qualificabili come beni mobili o immobili e il diverso trattamento che ne deriva in termini di imposte dirette, Iva e registro.

 

 

 

TASSO DI INTERESSE LEGALE – RIDUZIONE ALL’1% DAL 2014

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze con Decreto 12 dicembre 2013, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.292 del 13 dicembre 2013 ha stabilito la riduzione dal 2,5% all’1%, a partire dall’1.1.2014, del tasso di interesse legale che ha effetto su alcune disposizioni fiscali e contributive.

 

 

RELAZIONE ANTICORRUZIONE ENTRO IL 31 GENNAIO

 

Entro il 30 gennaio 2014 dovrà essere adottato il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale e i responsabili della prevenzione della corruzione dovranno trasmettere entro il 31 gennaio di ogni anno la relazione sull’efficacia delle misure di prevenzione inserite ne piani.

 

 

VINCOLI AL 2015 PER GLI ENTI LOCALI

Partiranno dal 2015 gli obblighi per Regioni e Enti Locali di accantonamento in  bilancio di una riserva a copertura delle perdite delle società partecipate. Rispuntano gli obblighi di tagli al personale per le partecipate che spendono in stipendi più del 50% delle uscite correnti.

 

PROROGA VERSAMENTO ACCONTI IRES E IRAP E INCREMENTO PERCENTUALE DI CALCOLO

Il decreto-legge approvato dal Consiglio dei Ministri il 27 novembre 2013 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 30 novembre 2013 ha disposto l’ulteriore incremento dell’acconto IRES e IRAP di 1,5 punti percentuali per il periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2013 e per quello successivo.

Pertanto, per il periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2013, gli esercenti attività finanziarie, creditizie e assicurative effettuano il versamento dell’acconto dell’IRES nella misura del 130 per cento e tutti gli altri soggetti IRES nella misura del 102,5 per cento.

Nello stesso decreto-legge è stata disposta la proroga del termine di scadenza per il versamento della seconda o unica rata di acconto dell’IRES al 10 dicembre 2013 e la proroga del termine ha effetto anche sul versamento della seconda o unica rata di acconto IRAP.

Il testo del decreto è disponibile all’indirizzo: http://www.mef.gov.it/ufficio-stampa/comunicati/2013/comunicato_0240.html

 

SPESOMETRO: PROROGATO IL TERMINE PER L’INVIO

L’iniziale termine del 12 novembre per le contabilità Iva mensili e del 21 novembre per le contabilità Iva trimestrali per la presentazione del nuovo modello di comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini Iva – il Modello di Comunicazione Polivalente – è stato prorogato, da un comunicato dell’Agenzia delle Entrate del 7 novembre 2013, al 31 gennaio 2014.

EQUITALIA, DEBITI IN 10 ANNI

Quattro i piani di rateizzazione dei debiti tributari, con la possibilità per il contribuente in crisi di chiedere al concessionario pubblico della riscossione il piano più adatto al suo status economico. Per la concessione del tetto massimo di 120 rate verrà adottato un criterio progressivo sulla base del rapporto tra la rata e il reddito mensile del nucleo familiare, per le persone fisiche, tra la rata e il valore della produzione per le imprese. Inoltre la rata mensile non potrà essere superiore al 20% del reddito mensile del nucleo familiare o al 10% del valore della produzione se si tratta di imprese.

PIU’ CONTROLLI PER I SINDACI DI SOCIETA’

La Cassazione – con la sentenza n. 23223 depositata il 14 ottobre 2013 – ha ritenuto il collegio responsabile per la mancata vigilanza sull’operato degli amministratori, ribadendo l’esistenza di una responsabilità per omesso controllo sui principi di corretta amministrazione.

TASSA SULLE IMBARCAZIONI

L’ Agenzia delle Entrate, con Provvedimento del 28 ottobre 2013 n.125448, ha fornito indicazioni riguardanti l’istanza di rimborso della tassa annuale sulle unità di diporto, sino a 20 metri, per tutti i contribuenti che abbiano versato un importo superiore al dovuto. L’istanza e il relativo allegato possono essere presentati esclusivamente in via telematica, o tramite intermediario abilitato.