Press area

Presentazione di CIFM – La rassegna stampa

La rassegna stampa dell’evento di presentazione di CIFM a Milano attraverso lanci di agenzie di stampa e articoli di riviiste specializzati. China Import Food Mall è la piattaforma logistica in costruzione in Cina per il cibo di importazione. Il progetto è stato presentato a Milano il 16 ottobre.

(AGIELLE) – China Import Food Mall: Melazzini, sostegno alle imprese verso la Cina

(AGIELLE) – Milano – “Una nuova opportunità di fare impresa e portare la qualità della nostra terra lombarda in Cina”. L’assessore regionale alle Attività produttive, Ricerca e Innovazione Mario Melazzini ha definito così il ‘China import food mall (CIFM)’, l’hub logistico di Haining per il commercio di food & beverage in Cina, presentato oggi a Milano.  “Siamo legati da molto tempo alla Cina – ha spiegato Melazzini -. Per questo la Lombardia costituisce un osservatorio privilegiato per i rapporti economici e commerciali, che sono radicati nel tempo. I dati ci dicono che l’export verso la Cina sta aumentando (più 2 per cento nell’ultimo periodo): questo è estremamente  importante. Regione Lombardia guarda con molta attenzione a questa come a tutte le nuove opportunità. Le nostre imprese infatti, nonostante la crisi e le difficoltà di questo periodo, hanno capacità di guardare al futuro con ottimismo e speranza”. “Regione Lombardia – ha proseguito l’assessore – vuole e deve stare vicino agli imprenditori per sostenere e supportare i loro sforzi, per raggiungere Paesi geograficamente lontani, come la Cina, ma in realtà vicini e adatti a creare sinergie. La Regione mette a disposizione delle imprese investimenti e strumenti, perché ciò possa avvenire, perché ci sia la possibilità di incrementare la conoscenza, far crescere l’export e ottenere così un ritorno positivo e concreto”. – (agiellenews.it) 16/10/2014 – 19:17

China Imported Food Mall, presentazione a Milano

Un progetto integrato logistico-commerciale-promozionale in costruzione nella città di Haining: 120.000 mq di strutture portuali, integrate da magazzini, una dogana interna dedicata, struttura commerciale-espositiva dedicata al commercio B2B, un’area retail, un’area shop, un palazzo uffici.

Sarà presentato a Milano il 16 ottobre il China Imported Food Mall (CIFM), un progetto integrato logistico-commerciale-promozionale sviluppato a partire del modello commerciale dei mercati specializzati.
Il progetto è stato sviluppato e prevalentemente finanziato dalla P&T, società privata, attiva nella costruzione e nella gestione di porti commerciali. Punto di partenza del progetto è la struttura in costruzione ad Haining, cittadina che si trova nella zona della baia di Hangzhou. Il luogo in cui sorge la CIFM è posizionato nei pressi dello svincolo autostradale della G60 che collega Hangzhou a Shanghai.
La struttura si caratterizza per la presenza delle comuni strutture portuali, integrate da magazzini (anche doganali e con temperatura controllata), una dogana interna dedicata, struttura commerciale-espositiva dedicata al commercio B2B, un’area retail, un’area shop (differente del retail che sarà una struttura più simile ad un supermercato e dedicata ai prodotti presenti nell’area B2B), un palazzo uffici. Il progetto si amplia con tre strutture simili posizionate ad ovest; Chongqing, nord; Beijing, e sud; Guangzhou.
La struttura di Chongqing è attualmente in costruzione e si prevede la sua operatività verso la fine del 2016, le altre sono allo stato progettuale. Tutte le strutture sono e saranno in “free trade zone” godendo di agevolazioni fiscali e facilitazioni operative. I prodotti importati tramite il canale CIFM potranno essere distribuiti in una catena di negozi in franchising dedicati. Il numero di totale di negozi previsto è di circa 1.000 unità distribuite su tutto il territorio cinese e presenti anche presso le città di minore dimensione.
Allo stato attuale sono in attività più di 100 negozi ed il loro numero aumenta mensilmente con l’apertura di nuovi punti vendita. All’entrata in funzione della CIFM tali negozi tratteranno esclusivamente il prodotto del canale CIFM. Il gruppo conta attualmente anche sull’attività di un sito di e-commerce, il quale verrà integrato con un ulteriore sito dedicato alla vendita online dei prodotti presenti nel retail della CIFM.
Infine la commercializzazione potrà avvenire tramite un discount dedicato ai prodotti che si avvicinano alla scadenza commerciale, riducendo i rischi di avere prodotto non più vendibile nei magazzini. Recentemente la P&T ha acquisito una televisione commerciale, che sarà utilizzata al fianco di altri canali per rafforzare la promozione del canale CIFM e dei prodotti che tramite esso sono immessi sul mercato.
(Fonte: www.uiv.it)

“Una nuova opportunità di fare impresa e portare la qualità della nostra terra lombarda in Cina”. L’assessore regionale alle Attività produttive, Ricerca e Innovazione Mario Melazzini ha definito così il ‘China import food mall (CIFM)’, l’hub ogistico di Haining per il commercio di food & beverage in Cina, presentato oggi a Milano.

ITALIANE NEL MONDO – CINA – A HAINING NUOVO HUB LOGISTICO PER LE IMPRESE ITALIANE DEL FOOD & BEVERAGE IN CINA

“Siamo legati da molto tempo alla Cina – ha spiegato Melazzini -. Per questo la Lombardia costituisce un osservatorio Privilegiato per i rapporti economici e commerciali, che sono radicati nel tempo. I dati ci dicono che l’export verso la Cina sta aumentando (più 2 per cento nell’ultimo periodo): questo è estremamente importante.

Regione Lombardia guarda con molta attenzione a questa come a tutte le nuove opportunità. Le nostre imprese infatti,
nonostante la crisi e le difficoltà di questo periodo, hanno capacità di guardare al futuro con ottimismo e speranza”.

“Regione Lombardia – ha proseguito l’assessore – vuole e deve stare vicino agli imprenditori per sostenere e supportare i loro sforzi, per raggiungere Paesi geograficamente lontani, come la Cina, ma in realtà vicini e adatti a creare sinergie. La Regione mette a disposizione delle imprese investimenti e strumenti, perché ciò possa avvenire, perché ci sia la possibilità di incrementare la conoscenza, far crescere l’export e ottenere così un ritorno positivo e concreto”.

L’assessore ha infine rivolto un ringraziamento “a chi ha aperto un nuovo corridoio di interscambio: i nostri imprenditori ci sono, hanno voglia di farsi conoscere e mostrare la qualità dei loro prodotti, che è indiscutibile. Regione Lombardia agirà come facilitatore per raggiugere questo obiettivo”. (16/10/2014-ITL/ITNET)